Dal 2020, a Campagnola Emilia la gestione della Tassa Rifiuti (TARI) sarà affidata a Iren Ambiente Spa, che si occuperà sia di ricevere e gestire tutte le dichiarazioni, variazioni e richieste dei contribuenti, sia dell’invio e riscossione della Tassa Rifiuti tramite le due consuete rate annuali di acconto e saldo.

Dal 01/04/2020, per qualsiasi richiesta relativa alla TARI e quindi per richieste di aperture/cessazioni e variazioni e per informazioni e chiarimenti potrete contattare Iren attraverso i seguenti canali:

  • Call Center al Numero Verde 800-969696 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00 e il sabato dalle 8.00 alle 13.00
  • Indirizzo mail clienti.er@gruppoiren.it
  • Sito internet (www.irenambiente.it ) dal quale l’utente potrà scaricare in ogni momento la modulistica in formato editabile nell’area dedicata del proprio Comune di residenza.
  • Sportelli Iren Piazza della Vittoria 3 – Reggio Emilia dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 12.30; Via G.B. Venturi 67 – Bibbiano e Via Roma 6/C – Scandiano dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 13.30

Nell’anno, non appena sarà possibile, presso il Municipio di Campagnola sarà inoltre attivato uno sportello TARI, gestito direttamente da Iren, che sarà aperto al pubblico due sabati al mese, dalle 9.00 alle 12.00, per la ricezione della modulistica e per informazioni inerenti la tassa rifiuti.

L’Avvio dello sportello al pubblico era previsto per il giorno 04/04/2020 ma, stante la fase emergenziale in cui ci si trova, le date di apertura saranno comunicate appena si avrà la certezza dell’esecuzione dell’attività.

Ogni contribuente è tenuto a comunicare l’eventuale nuova occupazione, variazione o cessazione di un immobile. Tale obbligo deve essere assolto tramite la compilazione da parte del contribuente della dichiarazione Tari, i cui moduli editabili sono scaricabili dal sito www.irenambiente.it.

Cosa cambia oggi per il cittadino? – spiega iI Sindaco Alessandro Santachiara – In sostanza nulla, chi ha già l’utenza attiva non dovrà fare nulla, mentre chi dovrà fare qualche variazione dovrà rivolgersi agli uffici di IREN.

Si tratta di un passaggio che stiamo affrontando dallo scorso autunno e che viene sicuramente rallentato dall’emergenza in corso, ma, proprio perché questa prima fase non ha impatto incisivo sul cittadino, abbiamo inteso, in accordo con l’azienda, di proseguire questo iter strettamente amministrativo. Sono comunque previsti, non appena sarà possibile, momenti di incontro per la cittadinanza per spiegare nel dettaglio l’organizzazione della raccolta DEL PROSSIMO ANNO.”

ll passaggio della gestione della TARI ad IREN e l’apertura dello sportello presso il nostro Comune rappresentano solo i primi di una serie di cambiamenti nell’intero ciclo di gestione dei rifiuti che vedrà coinvolto il Comune di Campagnola Emilia tra il 2020 e il 2021 con l’avvio della raccolta puntuale.

L’obiettivo è di arrivare ad un sistema di misurazione puntuale della frazione di rifiuto indifferenziato, incentivando comportamenti virtuosi che permettano di ridurre la quantità di rifiuti indifferenziati prodotti a favore di un aumento della raccolta differenziata.

Chi separerà più vetro, carta, plastica ecc. si troverà con meno rifiuti residui nel contenitore del rifiuto indifferenziato e questo si rifletterà in un risparmio sull’importo annuale della Tassa Rifiuti.

Dopo una prima fase di analisi fatta dall’azienda Iren, già dal prossimo autunno, emergenza permettendo, inizierà, casa per casa, la distribuzione di nuovi contenitori per la frazione indifferenziata secca. Questi nuovi contenitori andranno a sostituire i precedenti e saranno associati al contratto di igiene urbana di ciascun utente attraverso un microchip specifico.

Non è quindi necessario, in questa fase, che il cittadino comunichi al Comune e a Iren le specifiche del proprio contenitore, sono informazioni già in possesso dell’azienda.

Il contenitore diventerà pertanto un “contatore” del rifiuto indifferenziato e il numero di esposizioni diventerà un tassello importante per il calcolo della nuova Tari puntuale che, rispetto alla precedente, sarà più equa: CHI MENO INQUINA, MENO PAGA!