• La Notte del Salame (maggio)
    L’Associazione “Il Cicciolo d’Oro” organizza una “Gara tra Norcini” per il titolo “Salame dell’Anno”. L’occasione è gradita per organizzare una cena a base di prodotti tipici.
  • Kampagnola Bavarian Beer Fest (terza settimana di marzo)
    Festa bavarese con menù tipico, varietà di birre e spettacoli musicali.
  • Memorial Soprani-Iori (prima settimana di giugno)
    Torneo giovanile di calcio.
  • Sagra dei SS. Gervasio e Protasio (19 giugno)
    Sagra dei sapori per valorizzare i prodotti agricoli locali con diverse manifestazioni: mostre artistiche e fotografiche, rassegne della vita del mondo contadino tradizionale e mercato ambulante.
  • La Guasa ed San Svan (giugno)
    Festa campestre presso l’Oratorio San Giovanni Bosco.
  • Due calci con Zanna (gennaio-giugno)
    Tornei di calcio e calcetto.
  • Concerto in Villa Cottafavi (giugno)
    Iniziativa organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con la famiglia Cottafavi, che mette a disposizione il parco per una serata di ottima musica.
  • La Festa (luglio)
    Dura di norma quindici giorni nel mese di luglio. È una festa popolare del Partito Democratico, con spettacoli musicali, ristorante e pizzeria, iniziative politiche e sportive, stands e lotteria.
  • Sagra di San Giacomo a Cognento (luglio)
    Sagra con cene della cucina tradizionale.
  • Festa al caseificio sociale “Castellazzo” (prima domenica di settembre)
    Festa organizzata dal Comitato “Amici trattori d’epoca” di Campagnola Emilia e ospitata presso il caseificio sociale Castellazzo; l’intero ricavato viene ogni anno devoluto in beneficenza.
  • Settimana di San Luigi Gonzaga (settembre)
    Settimana di attività ricreative, culturali e sportive presso l’Oratorio San Giovanni Bosco.
  • Concerti del mese di dicembre:
    Concerto di Santa Lucia, Chiesa di San Giacomo Maggiore a Cognento. Concerto di Natale, Chiesa dei SS. Gervasio e Protasio.
  • Cicciolo d’oro (dicembre)
    “Il Cicciolo d’oro” è una manifestazione cultural – gastronomica che si prefigge di ripercorrere la tradizione locale, legata alla lavorazione della carne del maiale. Presente inoltre la produzione del supercicciolo da guinnes, il più grande del mondo.